Illuminare una Location

Spesso ci capita di visitare ville e location per matrimoni con spazi sia interni che esterni decisamente interessanti e suggestivi, sale, roof garden, giardini, parchi, piscine….bellissimi da vedere con la luce del sole ma poi, quando la notte arriva e si accendono le luci, la delusione può essere dietro l’angolo. Illuminare spazi ed ambienti è una vera arte ed una professione ma, senza esagerare e spendere chissà quale fortuna, con pochi accorgimenti è possibile creare un’ambiente di classe e sofisticato.

Per quel che riguarda gli spazi esterni allestiti per l’aperitivo di benvenuto o per il vero e proprio banchetto di nozze, la regola fondamentale da seguire è la diffusione puntiforme delle sorgenti luminose ovvero cercare di aumentare i punti luce diminuendo l’intensità cercando di utilizzare delle lampade che emettano la luce necessaria ad illuminare la zona circostante e non oltre. Questa soluzione è sicuramente più elegante che utilizzare ad esempio 2/3 grandi lampade da esterni che diffonderebbero una luce piatta ed omogenea su tutto lo spazio, appiattendo e non mettendo in risalto i dettagli e le bellezze del luogo. Immaginate ad esempio un grande giardino con 20 tavoli allestiti, tovaglie, centro tavola e una luce che dall’alto illumina in stile campo di calcetto la location….provate ora ad immaginare la stessa situazione ma con un’illuminazione d’atmosfera, fatta di piccoli lampioni con luce soffusa, sfere e cubi in plexiglass opaco che diffondono sul prato una luce morbida, qualche lampada colorata che mette in risalto le mura della villa….una situazione decisamente più accattivante.

Fortunatamente oggi si possono realizzare illuminazioni con stile senza spendere una fortuna, la tecnologia a basso consumo e a led offre prodotti innovativi e di design come divani e sedute luminose, oggetti galleggianti sulle piscine, banconi da bar/aperitivo illuminati con strisce led di grande effetto. Ovviamente a nessuno piace consumare un pasto al buio o non riuscire a vedere cosa c’è sulla tavola, ma non per questo si deve illuminare a giorno un’ambiente che perderebbe di romanticismo e suggestione.

Per quanto concerne il discorso illuminazione delle sale interne adibite a banchetto di nozze, il discorso è un po’ più semplice, anche se consigliamo sempre di utilizzare la luce diffusa piuttosto che diretta, direzionando le sorgenti luminose verso il soffitto che farà da diffusore naturale. L’importante è utilizzare sempre luci “calde” e mai fredde tendenti troppo al bianco, stancano la vista e impoveriscono l’ambiente a meno che la scelta non sia motivata e mirata all’arredamento. Per il resto ampio spazio alla creatività anche se ci sentiamo di sconsigliare l’utilizzo di luci e spot colorati nelle sale interne, se si vuole dare “un’accento” o evidenziare un dettaglio meglio uno “sbaffo di luce” sulle tonalità dal bianco al giallo.

Lasciate spazio alla vostra creatività o magari cercate una consulenza ad hoc, senza spendere cifre assurde riuscirete a creare l’atmosfera giusta per le vostra villa per ricevimenti, non ci scordiamo che sono i dettagli a fare la differenza!