domenica, dicembre 16, 2018

Tra le tante cose a cui si deve pensare nell’organizzazione di un matrimonio, non deve essere tralasciata la “colonna sonora” che accompagnerà il giorno più importante della vostra vita. Sul mercato ci sono decine, centinaia di musicisti e associazioni che si occupano di musica per matrimoni sta a voi scegliere la soluzione più adatta ai vostri gusti e alle vostre tasche. Con questo breve articolo cercheremo di darvi qualche consiglio e magari qualche suggerimento che potrà tornarvi utile. Le soluzioni sono molteplici come potete immaginare c’è chi preferisce una formazione acustica per musica soft e di intrattenimento, altri una gruppo musicale che faccia scatenare gli ospiti nel dopo banchetto in danze e balli di gruppo passando poi per karaoke o dei veri e propri Dj set per ballare fino a tarda notte. Se il vostro è un rito civile in una location privata potrete davvero sbizzarrirvi e durante la cerimonia la vostra colonna sonora può andare dalla musica anni 80’ al rock e magari uscire verso il lancio del riso sulle note di Elton John. Se invece avete scelto una chiesa per la celebrazione del vostro matrimonio e volete cmq avere una colonna sonora diversa dalla canonica marcia nuziale suonata da un’organo a canne, quando prenotate la chiesa, chiedete la possibilità di portare i vostri musicisti ovviamente la decisione è a discrezione del parroco. In questo caso l’obbligo è per strumenti acustici tipo un quartetto di archi o una formazione unplugged, in chiesa si deve mantenere rigore e solennità.

La maggior parte degli artisti che propongono musica per la cerimonia possono essere anche ingaggiati per accompagnare in maniera soft e discreta il vostro arrivo in villa ed allietare con un musica jazz ed acustica l’aperitivo di benvenuto. Se poi avete intenzione di scatenarvi con i vostri amici dopo il pranzo o la cena, in questo caso un dj che suona la musica che preferite è la soluzione migliore. In linea generale consigliamo sempre un’ accompagnamento molto soft per l’aperitivo, è un momento di incontro di scambio sociale e di chiacchiere…lasciamo che la musica non la faccia da padrone.

Durante il banchetto vero e proprio sarebbe meglio lasciar stare i musicisti….se proprio non potete fare a meno della musica una buona filodiffusione è la soluzione più adatta, troppo spesso ci è capitato di non riuscire a comprendere le parole del nostro vicino perché il piano bar impazzava ad alto volume! Se invece gradite avere una sorta di animazione e accompagnamento tra una portata e l’altra cercate almeno di non esagerare con impianti da concerto e casse acustiche posizionate dietro la testa di qualche malcapitato…potrebbe alzarsi con un gran mal di testa.

I ricevimenti per matrimoni sono di solito abbastanza lunghi e quando si arriva al taglio della torta bisogna “svegliare” gli invitati, da adesso in poi tutto è lecito potete affidarvi a piano bar, gruppi di animazione, band con tanto di basso e batteria oppure un dj set se siete amanti della disco. In questo caso ricordatevi sempre di chiedere alla direzione della location fino a che ora sarà possibile fare baldoria, spesso nelle location per matrimoni l’orario di chiusura è stabilito per le 24.30-­‐01.00. La scelta di un buon gruppo adatto alle vostre esigenze e gusti sarà la ciliegina sulla torta di un giorno che ricorderete tutta la vita.